E’ quella particolare branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari; Ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando i denti e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.
La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali:
Terapia Rimovibile: sfrutta apparecchiature che possono essere rimosse dalla bocca dal paziente stesso. Generalmente è utilizzata per la terapia intercettiva.

Terapia Fissa: si attua mediante l’uso di placchette incollate ai denti e fili. Queste ultime possono essere metalliche o in ceramica estetica.
Con le tecniche odierne è possibile risolvere o migliorare anche problemi legati alla cattiva postura assunta molto spesso in conseguenza di una mal occlusione.